mercoledì 16 luglio 2014

Coppa Italia Speed 2014 - 1.a tappa






Prima puntata: IL CIRCUITO
La Coppa Italia di velocità ha le sue 4 o 5 gare classiche e Verona è una di queste. Possiamo dividere la Coppa Italia + o - così: 

VERONA: via omologata standard da 10 metri di altezza, prese leggermente più sottili, frequenti snappate di piedi e rischi elevati di errore

PIEVE: via omologata non standard su diga, 33 metri (e dico 33!!!) di sviluppo, cemento della diga abrasivissimo che se sbagli ti tira via la pelle, parte iniziale in appoggio ad alto rischio di scivolio, lunghezza che quando arrivi su al terzo giro ti sei già bruciato gambe e polmoni dalla fatica

BOLZANO: via omologata standard da 15 metri, all'esterno, caratteristiche simili a quella di Arco e cioè se becchi la giornata di bel tempo ci sono 50°, se fa brutto si va a 5°; col caldo o col freddo margini di errore più frequenti, scarpette liquefatte o mani trasformate in sorbetti

TORINO: via omologata standard da 15 metri, interna, il problema del Palabraccini lo conoscono tutti: la specialità che ha bisogno di più spazio è stata messa letteralmente "nell'angolo" (noi che ci alleniamo lì ci chiamano quelli dell'angolo), rischi: se cadi nei primi 4 metri rischi di spiaccicare un giudice o travolgere un pc e gli assicuratori devono sudare 7 camice in più per tenere

ARCO: via omologata standard da 15 metri, problemi uguali a quelli di Bolzano (pianeta Crematoria o "the day after tomorrow" per gli appassionati di cinema), grazie però ai grandiosi risultati di Alessandro Santoni attrezzata con le rarissime e preziosissime prese da Coppa del Mondo "omologate anche loro ma per lo spessore" che la rendono unica in Italia, non per niente quest'anno il Campionato Italiano lo fanno lì

Off topic: le prese omologate dall'IFSC vengono chiamate dai climber velocisti "gli zapponi" perchè sono di spessore leggermente maggiore, quando sono presenti nella stessa gara: inclinazione del muro a 5° di strapiombo, lunghezza standard e posizionamento corretto del pulsante, altezza giusta (al Braccini ad esempio mancano 10 cm) e zapponi regolamentari si può omologare il record del mondo. E questo spiega perchè pochi giorni fa a Chamonix Libor Hroza ha fatto record ma non glielo hanno omologato in quanto il muro francese non rispetta i 5°.

Non si finisce mai di imparare!

Io c'ero ma anche no
La tappa è stata al 21 di giugno e scrivo in ritardo perchè in questo periodo è così, il mio corpo fa le cose che deve fare ma la testa è impegnata su troppe cose e arriva sempre "dopo"

La sorpresa di essere scelto per andare alle Olimpiadi di Nanchino è stata una grossa sorpresa ma i problemi più grossi me li ha dati la preparazione dell'esame di maturità che guarda caso è andato a spalmarsi tra tutta una serie di impegni che non potevo saltare.

Infatti l'esame di maturità mi ha un tantino sfasato, quel tanto che addirittura non mi sono reso conto di aver davvero vinto la gara fino a quando ero già in macchina per il ritorno. Comunque adesso che "sono maturo";) recupererò il tempo passato.


Queste sono le fasi principali (e tutte le volte che lo vedo stò video mi chiedo:"ah si, davvero?")


E la foto del podio rappresenta davvero quello che stavo pensando, tipo: "chi sono e cosa ci faccio qui?"

domenica 15 giugno 2014

Vado alle OLIMPIADI!!!

SSSIIIIIII!!!!!!!!!

ALLE OLIMPIADI GIOVANILI DI NANCHINO 
IL CIO HA DECISO DI AMMETTERE L'ARRAMPICATA SPORTIVA 
SOTTO FORMA DIMOSTRATIVA!!!!

L'IFSC HA SELEZIONATO 16 ATLETI (8 FEMMINE E 8 MASCHI) DI CUI 6 CINESI
 E UNO DI QUESTI.... 
SONO PROPRIO IO!!!!!!!

Sono entusiasta! Ho deciso che di questa nuova avventura ne farò un resoconto sul blog veramente preciso, il diario delle mie Olimpiadi comincia oggi. Anche se per la verità è già da qualche giorno che stò preparando i documenti per il visto, organizzando il viaggio al centro del CONI di Roma per le visite mediche, e un sacco di altre piccole formalità. Non vedo l'ora di essere lì e la cosa più bella è che avremo a disposizione la struttura per 10 giorni e mi sto già preparando per dare spettacolo su tutte e tre le discipline: lead, speed e boulder; sarà un'esperienza meravigliosa.





E QUESTO E' IL COMUNICATO DELLA FEDERAZIONE

The IFSC is extremely proud to announce that sport climbing will be present in the Youth Olympic Games in Nanjing, China from August 17-27th as a showcased sport.

In December 2013, the recently elected IOC President, Thomas Bach, presented the IFSC with the opportunity to showcase our sport at Nanjing 2014. A spectacular, custom-made wall, which will remain in Nanjing as a legacy of the event, will be featured as part of the Nanjing 2014 Sports Lab, an outdoor venue situated 20 minutes on foot from the athlete’s Youth Olympic Village, along with three other ‘showcased’ sports: rollerskating, skateboard, and wushu.

For ten days of the 12-day Games program, spectators will be able to see sport climbers from ten countries,six athletes from China and ten from around the world, climb in the three disciplines of Lead, Speed, and Boulder. Additionally, local youth and YOG athletes will be able to try out the sport, under the guidance and supervision of two Chinese and two international coaches and route setters.

The IFSC athlete delegation is composed of 8 women and 8 men from Austria, Australia, China, France, Germany, Great Britain, Italy (LEONARDO GONTERO), Korea, Russia, South Africa, and the United States of America, who were nominated by their National Federations and selected by the IFSC Executive Board as representing the best of our sport and exemplifying the Olympic values of excellence, friendship and respect.

IFSC President, Marco Scolaris, noted, “It’s a unique opportunity to showcase the sport, not only to the people in Nanjing and to the young men and women participating, but to the Olympic movement."

We are very excited about this opportunity to promote climbing on a global, Olympic stage!
Nanjing Yog mascot


martedì 13 maggio 2014

SPEED 2014-1AND2



SPEED CLIMBING WORLD CUP 2014
TAPPA DI CHONGQING (CHINA) 15.O POSTO
TAPPA DI BAKU (AZERBAIJAN) 10.O POSTO

Ecco come si svolge la mia Coppa del Mondo:

il giorno prima l'ultimo allenamento
la sera prima il borsone
tagliati i capelli
fatti la barba
per ultimo la doccia
poi cerca di dormire un po'

all'alba la sveglia
il bus
l'aeroporto
il check in
il viaggio che non finisce mai
l'arrivo
il ritiro bagagli (speriamo che non l'abbiano perso)
il transfer all'albergo
la registrazione
il technical meeting

di nuovo la sveglia
le prove
le qualifiche
le finali (SSSIIII anche questa volta sono arrivato in finale!!!)

aspetta il tuo turno
pochi secondi che sembrano un'eternità
poi hai finito
un'occhiata al tempo
ti calano
quando arrivi a terra ti accorgi di quanto stai tremando
uno sforzo per tenersi su mentre stringi la mano all'avversario
cambiati
fai il punto
come ti senti
cosa dirai
cosa hai capito
da dove ricominciare
come migliorare

torna a casa
ricorda quello che hai visto
dove sei stato
le sensazioni
gli amici

preparati perchè la prossima volta sia sempre meglio, ancora meglio, sempre di più


il giorno prima l'ultimo allenamento
la sera prima...